Fra Agosto e Settembre i Team potranno testare in gara biciclette montate con i freni a disco.

Le sperimentazioni continueranno per tutto il 2016 solo negli eventi UCI Professional e se i risultati dei test saranno positivi l’UCI inserirà ufficialmente il nuovo sistema frenante in tutte le competizioni World Tour per la stagione 2017.

Dopo la sospensione posteriore inserita quest’anno dalla Pinarello sulla nuova Dogma K8RS ora un altro rinnovamento mutuato dalla MTB si inserirà con prepotenza nel mondo delle biciclette da strada.

Il miglioramenti saranno notevoli: maggior sicurezza in frenata, anche con condizioni climatiche estreme (pioggia e neve), miglioramento della modulabilità; maggior sicurezza dell’insieme cerchio in carbonio/copertoncino in quanto non si avranno più grossi surriscaldamenti del cerchio a causa delle frenate che possano comportare un deterioramento del spalla del cerchio eventuale alleggerimento dei cerchi in quanto non più stressati durante le frenate.

Il contraltare sarà trovare per i meccanici un sistema per velocizzare il cambio ruote in gara in caso di foratura, che sicuramente sarà più difficoltoso.

Vedremo cosa succederà ma a mio avviso sarà una grande passo avanti.