La maggior parte degli amatori dà molta importanza al mezzo meccanico, anche investendo parecchio denaro; tralasciando troppo spesso la cura del suo “motore”.

Per cura si intende sia la preparazione atletica che il corretto posizionamento in sella; ovvero la postura dell’atleta sul suo mezzo meccanico.

Un corretto posizionamento in sella permette all’atleta di:

  • Godere di una maggior comodità e di una rilassatezza della muscolatura addominale e cervicale
  • Distribuire al meglio il proprio peso sui tre appoggi della bicicletta (sella, manubrio, pedali)
  • Coinvolgere tutte fasce muscolari.

La conseguenza è una miglior efficienza di pedalata, con un incremento della performance dell’atleta.

Va considerato che i professionisti effettuano anche più test biomeccanici durante la stagione.

Per un amatore sarebbe consigliabile:

  • Effettuare almeno una volta un test completo
  • Ogni anno procedere con un controllo “semplice” della postura
  • Effettuare un controllo a seguito di infortuni (fratture, interventi chirurgici, riduzione della capacità visiva – è utile sapere che anche una perdita di pochi decimi, si ripercuote sulla nostra postura quotidiana

E visto che in bici ci troviamo in uno stato di catena cinetica chiusa, quando siamo in sella ogni variazione si ripercuote su tutta la struttura muscolare dell’atleta.

Pertanto noi di Bike & Body Biomeccanica siamo al servizio dei ciclisti per ottimizzare le prestazioni in sella dell’atleta.

Per avere maggiori informazioni, non esitate a contattarci.